Overstock ha lanciato ufficialmente il suo attuale sistema di checkout per l'e-commerce, una nuova funzionalità che consente agli acquirenti di 107 nuovi paesi di acquistare prodotti con bitcoin tramite il proprio sito internazionale, O. co.

L'annuncio segna la prima espansione del servizio di pagamento bitcoin di Overstock al di là degli Stati Uniti, portando l'opzione di pagamento ai principali mercati globali come Argentina, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, Israele e Giappone. La notizia arriva circa nove mesi dopo che Overstock ha iniziato ad accettare Bitcoin questo gennaio attraverso una partnership con Coinbase.

Parlando con CoinDesk, l'amministratore delegato di Overstock, Patrick Byrne, ha definito l'espansione come un modo per la società di mostrare le capacità di pagamento transfrontaliero di bitcoin, espandendo le opportunità di acquisto reali per gli utenti della valuta digitale in nuovi mercati. Lungi dall'essere un valore aggiunto al nuovo sistema di checkout internazionale della società, il bitcoin svolgerà un ruolo chiave nella più ampia strategia di Overstock per O. co.

Byrne ha detto a CoinDesk:

"Questa è la nostra strategia di marketing internazionale. Speriamo che gli appassionati di bitcoin in tutto il mondo inizino a fare acquisti in O. co perché sanno che possono spendere bitcoin su oltre 1 milione di prodotti qui e avere

Byrne ha inoltre rivelato l'ultimo modo in cui Overstock cercherà di incentivare gli acquirenti utilizzando sia il suo sito web statunitense che la sua piattaforma internazionale, dicendo che il 4% del denaro speso dai consumatori usando bitcoin sarà donato per supportare gruppi che promuovono e difendono l'adozione di bitcoin.

La Camera del commercio digitale sarà il primo destinatario di fondi da Overstock, anche se Byrne non ha potuto confermare se il gruppo avesse ancora ricevuto fondi.

Supporto per bitcoin in tutto il mondo

Byrne ha dichiarato a CoinDesk che Overstock è già in procinto di esaminare le organizzazioni bitcoin di tutto il mondo. L'obiettivo, ha detto, è quello di creare un elenco di gruppi che, come la Camera del commercio digitale, potranno beneficiare della spesa sul sito di e-commerce.

Piuttosto che stabilire una strategia di marketing formale per promuovere il lancio, Byrne ha affermato che Overstock farà affidamento sul supporto della comunità globale, che con la sua spesa sarà in grado di garantire che le organizzazioni di valute digitali senza scopo di lucro possano continuare il loro lavoro.

Byrne ha detto a CoinDesk:

"Se tutti gli utenti bitcoin di tutto il mondo hanno fatto acquisti in O. co in bitcoin, solo il 4% di quello avrebbe fornito una quantità enorme di fondi da restituire alle basi bitcoin. Tutte le fondazioni sarebbero state interamente finanziate. "

Il presidente della Camera del commercio digitale Perianne Boring ha detto a CoinDesk che la sua organizzazione è stata premiata al telegiornale dicendo:

" Siamo contenti che il lavoro della Camera è stato riconosciuto e ci impegniamo a utilizzare questi fondi per promuovere ulteriormente l'accettazione e l'uso delle valute digitali tra il governo e il grande pubblico."

Ritardo di implementazione

Naturalmente, il lancio formale internazionale dei pagamenti bitcoin è arrivato quasi due settimane dopo il lancio originariamente previsto il 1 ° settembre, un ritardo ampiamente discusso tra gli utenti di Reddit nella comunità bitcoin.

argomento, Byrne ha detto che il ritardo è dovuto alle difficoltà incontrate dall'azienda nell'integrare la sua nuova procedura di checkout nel suo sito internazionale. Ha detto che il lancio di oggi segna la fine di un impegno di sei mesi da parte del suo team, di cui solo un mese dedicato

I rappresentanti dell'azienda hanno detto a CoinDesk il 2 settembre che il processo è stato ostacolato da ritardi di sviluppo imprevisti e che sperava di avere il sito internazionale aggiornato attivo e funzionante entro il 4 settembre.

Tuttavia, entrambe le scadenze passate senza aggiornamenti fino alle notizie di oggi.

Ambizioni internazionali

Bitcoin potrebbe anche rivelarsi un vantaggio per Overstock, che attualmente vede solo circa il 10% di il suo traffico dall'estero.

Aggiungendo il supporto bitcoin, Byrne spera di cambiare questa narrativa, conquistando clienti che hanno maggiori probabilità di utilizzare bitcoin come principale strumento di spesa online. Ad esempio, Byrne ha dichiarato The New York Times in agosto che crede che l'aggiunta di bitcoin come opzione di pagamento internazionale potrebbe portare l'azienda a entrate aggiuntive di $ 2 milioni quest'anno.

In particolare, la mossa coincide con l'espansione internazionale di Coinbase annunciata ieri. Il fornitore di servizi bitcoin con sede in California e il processore di pagamento è ora disponibile in 13 paesi europei.

Immagini via Overstock e Shutterstock