Mt. Gox ha chiarito la sua posizione sui prelievi di dollari USA venerdì, dopo aver preoccupato i commenti dei clienti sul congelamento dei prelievi in ​​USD. Ma ha affrontato ancora più problemi all'inizio di questa settimana, in quanto riportava i tempi di inattività del sistema ai commercianti frustrati. Mentre lotta per rassicurare i bitcoin, quali saranno le implicazioni a lungo termine per lo scambio e per il mercato dei bitcoin in generale?

In un post sul suo account Google+, Mt. Gox ha riconosciuto "reazioni miste" da parte dei clienti dopo che ha annunciato giovedì che congelerebbe temporaneamente i prelievi in ​​dollari USA.

"La nostra banca non può più gestire il volume dei prelievi", ha detto lo scambio, aggiungendo che negli ultimi due mesi aveva faticato. Sta lavorando con la banca per trovare un metodo alternativo per ottenere denaro ai suoi clienti, ha detto. Per ora, sta elaborando manualmente i prelievi in ​​dollari USA. "Ci vorrà più tempo, ma ci dedichiamo a fare il maggior numero possibile al giorno", ha aggiunto.

Ma questo è l'ultimo di una serie di eventi di confusione al Monte. Gox. Il mese scorso, il Dipartimento della Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti ha staccato la spina sul Monte. L'account di Gox con la rete di pagamento online Dwolla, lamentando che il monte. Gox era un'azienda di trasmissione di denaro (MTB), e come tale stava violando le normative operando senza licenza. Ha anche subito diversi attacchi denial of service.

Ora, il mercato sembra perdere la fiducia in Mt. Gox. BitPay ha annunciato la scorsa settimana di aver temporaneamente sospeso l'uso dello scambio per determinare il tasso di cambio delle sue fatture. Invece, utilizzerà un mix misto da più scambi.

Mentre gli utenti elaborano come ritirare i loro dollari da uno scambio che ora sembra elaborare le transazioni a mano, la domanda ovvia è: qual è il futuro per il Monte. Gox?

Alcuni non sono sorpresi dagli ultimi travagli. "Nella mia esperienza, Mt. Gox ha sempre avuto ritardi con i ritiri ", sottolinea Meni Rosenfeld, una delle principali luci nella comunità bitcoin israeliana, e il fondatore di Bitcoil, uno scambio bitcoin israeliano. "Ho appena dato per scontato che ritirarsi da loro non è affidabile se necessario in modo tempestivo, quindi non vedo davvero molta differenza tra la situazione attuale e quella precedente", ha detto.

Bitcoil ha sofferto i suoi problemi, tuttavia; ha cessato le operazioni il 6 marzo e spera di riprendere il commercio a un certo punto, ma l'opposizione da parte delle banche è il suo più grande problema, dice.

Nel tracciamento del Monte. Le fortune di Gox, è importante capire da dove viene l'azienda. È iniziato come uno scambio di carte da gioco utilizzate nel gioco di carte collezionabili Magic: the Gathering. La società ha dovuto affrontare enormi sfide di ridimensionamento, in quanto ha iniziato a scambiare bitcoin e il volume è aumentato.

Il motore ha chiaramente bisogno di un aggiornamento. In aggiunta alle difficoltà della società, l'azienda è stata costretta ad annunciare questa settimana che aveva riscontrato tempi di inattività che impedivano ai clienti di accedere al sito. Piuttosto che un attacco DDoS, questa volta ha attribuito il problema a un errore di sistema.

"Siamo stati avvisati di un errore nel file system che aveva innescato un panico del kernel, causando un blocco del server", ha segnalato. "A quel punto abbiamo dovuto riavviare il server manualmente e proceduto con un fsck (controllo del filesystem ) che ha richiesto del tempo. "

La società ha annunciato che aggiornerà il suo motore di trading e sta migrando il suo server da un provider di hosting al proprio data center. Il nuovo sistema di trading è descritto come "smokin 'fast". Speriamo.

Nel frattempo, gli esperti predicono che altri scambi raccoglieranno il gioco, raccogliendo preziose quote di mercato mentre il Monte. Gox si allontana dalle corde. "I grandi vincitori di questo annuncio saranno probabilmente Bitstamp e altri scambi come quello, che hanno infrastrutture bancarie migliori", ha detto Charles Hoskinson, esperto di criptovaluta e fondatore del Bitcoin Education Project. "Probabilmente vedremo una quota di mercato più ampia anche per gli MTB come LocalBitcoins. "

Volumi di trading su Mt Gox e BitStamp

I grafici mostrano una volatilità significativa nella scorsa settimana. Volume degli scambi in dollari USA sul monte. Gox ha fatto un tuffo il 19 giugno, prima di riprendersi leggermente e poi di nuovo tankare. I volumi di Bitstamp seguivano questi movimenti, sebbene in un modo molto meno volatile. Ad un certo punto di sabato, sembrava quasi che i volumi di trading bitcoin di Bitstamp avrebbero superato il monte. Volumi di Gox.

A più lungo termine, Mt. Gox sta perdendo la trazione. "Nel tempo, Mt. Il monopolio di Gox è diminuito. Anno dopo anno, la percentuale del volume degli scambi detenuti da Mt. Gox è andato giù. E così le persone stanno iniziando a trasferirsi in altri scambi ", ha detto Hoskinson.

Il volume è certamente in calo. All'inizio di quest'anno, il monte. Gox ha elaborato circa l'80% delle transazioni. Questo è sceso al 54%.

Forse la preoccupazione maggiore per il mercato dei bitcoin a breve termine è la liquidità. Il volume degli scambi e la liquidità vanno di pari passo e con la sicurezza che si erodono in Mt. Gox, la liquidità del mercato potrebbe risentirne. "Nel breve termine, non è grandioso", ha dichiarato Jesse Heaslip, cofondatore del servizio di hosting Exchange Bex. io. "Ma a lungo termine, sarà un bene per l'ecosistema non avere un punto di errore importante."

Mt. Gox è un passo lungo una strada più lunga, sostiene Jeff Garzik, ora impiegato a tempo pieno da BitPay nel suo ruolo di uno dei core team di sviluppo per Bitcoin. "Mentre assolutamente, Mt. Gox è stato il leader del mercato da un po 'di tempo, ci sono diversi concorrenti in arrivo ", ha detto, aggiungendo che ci sono più scambi operativi attualmente di quanti ne abbiamo visti da un po'. "Da un punto di vista degli utenti bitcoin da molto tempo, le cose continuano a migliorare. "

La grande opportunità per il prossimo scambio up-and-coming otterrà l'approvazione del regolatore a livello statale in tutti gli Stati Uniti, secondo le previsioni di Garzik.Le aziende stanno già girando per questo obiettivo (anche se avranno problemi in California e New York, tra gli altri posti). Il primo dopo il traguardo è quello di guadagnare milioni di dollari, prevede, soprattutto perché i suoi sistemi saranno probabilmente costruiti basandosi sul trading di bitcoin.

Nel frattempo, Mt. Gox non sta solo tentando di riprendersi dai suoi recenti problemi, ma si sta anche preparando a elencare Litecoin, già dal prossimo mese.

"In questo momento stiamo guardando a luglio, che dipende da alcune cose", ha detto. "Principalmente, vogliamo fare le cose correttamente sin dall'inizio."