Nonostante un calo di circa il 40% negli acquisti di bitcoin, Connie Chung, senior product manager di pagamenti presso Expedia, afferma che l'opzione di pagamento con la valuta digitale rimarrà finché vi è una richiesta per esso .

In un'intervista rilasciata a CoinDesk, Chung, che ha contribuito al lancio dei pagamenti bitcoin per il sito Web di Expedia lo scorso anno, afferma che la decisione di accettare pagamenti nella criptovaluta è stata anche una risposta alla domanda e che questo è forse il fattore più importante nella sua selezione dei metodi di pagamento.

Non è stato, ha aggiunto, riguardo a Expedia fare una dichiarazione o prendere posizione sulle valute digitali.

Ha detto a CoinDesk:

"Accettiamo bitcoin come un modo per consentire ai clienti di pagare con qualsiasi metodo che vogliono pagare. Per noi, bitcoin è in un campo di gioco pari con gli altri tipi di pagamento che offriamo."

Adozione da parte dei consumatori

Chung ha notato che altri commercianti sono stati più colpiti da ciò che ha definito un recente calo dei pagamenti bitcoin - alcuni riportano una diminuzione fino al 90% in vari eventi del settore.

Per Chung, il calo generale dei pagamenti può essere correlato al calo del prezzo del bitcoin, un ragionamento che appare in linea con la narrativa corrente sul calo dell'interesse nei bitcoin come strumento di e-commerce tra i principali commercianti.

Per mettere questo nel contesto, secondo il BPI di CoinDesk, il prezzo del bitcoin era leggermente superiore al valore di $ 600 al momento dell'integrazione di Expedia nel giugno 2014. Da allora, la valuta digitale ha visto un calo dei prezzi piuttosto drammatico - e ampiamente riportato - , in bilico per lo più intorno ai $ 200 dall'inizio di quest'anno.

Il recente rapporto Stato di Bitcoin di CoinDesk ha rilevato che il numero di nuovi commercianti che accettano bitcoin ha continuato ad aumentare nel secondo trimestre del 2015 ma che questa crescita è stata inferiore ai livelli osservati nei trimestri precedenti.

Secondo il rapporto, la sfida fondamentale che il bitcoin deve affrontare come mezzo di scambio di beni legali continua ad essere la scarsa adozione da parte dei consumatori e la mancanza di vantaggi rispetto alle carte di credito e di debito.

Tuttavia, altri casi di utilizzo di nicchia, come nel commercio elettronico internazionale, continuano a interessare i commercianti nello spazio di e-commerce.

Le sfumature del settore

L'offerta di pagamenti bitcoin di Expedia - disponibile solo per le prenotazioni alberghiere - è limitata dalle sfumature del ruolo dell'azienda nel settore dei viaggi, ha affermato Chung.

"Accettiamo bitcoin negli hotel solo dove siamo commercianti registrati. Quindi per alcuni degli hotel che vendiamo siamo il commerciante, intendendo che tu, come cliente, paghi direttamente sul nostro sito quando sei cercando di prenotare ", ha continuato.

In questi casi, ha osservato Chung, è stato possibile offrire l'opzione di pagamento bitcoin ai consumatori perché il pagamento è stato effettuato direttamente a Expedia.Per gli hotel 'a pagamento' - in cui gli ospiti sono tenuti a saldare il conto presso la sede - questa è una storia diversa.

"Ovviamente a quel punto sei limitato a qualsiasi cosa l'hotel possa prendere, quindi se provi a pagare con la carta di credito lo prendiamo comunque come deposito se non sei presente, ma in quei casi vorremmo non essere in grado di offrire bitcoin perché l'hotel è quello che ti sta effettivamente addebitando. "

Qui ha suggerito che la mancanza di comprensione generale riguardo al bitcoin era di nuovo un fattore di inibizione. "Se gli diamo un pagamento bitcoin, non sanno cosa farsene, non è una valuta che capiscono."

In termini di acquisti di biglietti aerei, Chung ha spiegato che Expedia agisce come un'agenzia, trasmettendo il pagamento informazioni per la maggior parte degli aerei di linea. Analogamente agli hotel "a pagamento", in questi casi, Expedia può accettare solo i tipi di pagamento accettati dalla compagnia aerea.

Si tratta di un problema originario del settore dei pagamenti? Chung non la pensa così. È, ha detto, un problema nel modo in cui i fornitori sono istituiti nel settore dei pagamenti.

Pagamenti senza attrito

Oltre a sottolineare il crescente interesse nei pagamenti mobili, Chung ha posto particolare enfasi sui metodi di pagamento senza attrito.

"Otterremo livelli sempre più alti di assorbimento con qualsiasi minore attrito nei pagamenti, le persone si muoveranno in questo modo."

Citando il servizio di condivisione di car sharing Uber - che non ha checkout - e PayPal One Servizio touch - che elimina la necessità per l'utente di accedere ogni volta che desidera effettuare un pagamento - come esempi, Chung ha notato come i consumatori sono alla ricerca di opzioni più semplici.

Sebbene Chung abbia detto che lo spazio per i pagamenti si sta già spostando verso pagamenti senza attrito, ha suggerito che le preoccupazioni per la sicurezza potrebbero ostacolare questi progressi. "Penso che lo spazio dei pagamenti a volte, sai, la gente abbia davvero paura delle interruzioni della sicurezza."

Per quanto riguarda il modo in cui bitcoin come tecnologia potrebbe diventare una parte più ampia delle operazioni di Expedia, Chung era meno specifico nelle sue risposte, dicendo :

"Siamo costantemente alla ricerca di tutti i diversi tipi di implementazioni relative ai pagamenti che potremmo avere ma [non c'è] in particolare nelle opere che potrei segnalare in questo momento."

Immagine tramite Connie Chung

Connie Chung sta parlando al Consensus 2015 a New York. Unisciti a lei al TimesCenter il 10 settembre. Un elenco degli oratori dell'evento può essere trovato qui.