Una partita di rugby della NRL tra i Sydney Roosters ei New Zealand Warriors

I "contratti intelligenti" autoeseguiti potrebbero essere utili al mondo dello sport professionistico, eliminando le dispute tra i giocatori e le loro mazze o sponsor di terze parti.

Questo è il punto di vista di Todd Byrne, ex-star del rugby professionista con un interesse per la tecnologia blockchain, così come per gli sviluppatori che lavorano per costruire un ecosistema intelligente che crederanno eliminerà le pressioni sul tempo e sui costi dell'attuale sistema giudiziario.

I contratti intelligenti sono stati fino ad oggi un concetto teorico, anche se le applicazioni rudimentali hanno iniziato a comparire di recente nelle forme di "scommesse sul mercato di previsione" e contratti futures.

Byrne è stato un giocatore per sette anni nella National Rugby League (NRL), la principale lega professionista di rugby in Australia e Nuova Zelanda. Durante quel periodo, ha giocato 104 partite con i Sydney Roosters e i New Zealand Warriors, prima di trasferirsi nel Regno Unito per giocare per due anni e 24 partite con la squadra Hull FC della Super League.

La situazione in Australia

L'NRL è uno dei codici sportivi più popolari e redditizi dell'Australia. Anche se i diritti di trasmissione televisiva sono stati recentemente venduti per oltre un miliardo di dollari, le squadre stesse sono limitate in quello che possono pagare i giocatori con un tetto salariale della lega rigorosamente applicato.

Ciò ha portato alcuni giocatori a cercare offerte più redditizie altrove, a volte persino passando a codici rivali di calcio.

Ad alcuni giocatori è stato permesso di cercare accordi di sponsorizzazione al di fuori delle loro squadre, denominati "accordi con terzi" o TPA, per entrate extra. Questi sono fatti con l'approvazione NRL, da sponsor affiliati o non affiliati alle squadre dei giocatori.

I contratti implicano in genere condizioni come approvazioni o presenze a un numero specificato di eventi aziendali e in negozio.

I TPA non affiliati alle squadre, tuttavia, hanno avuto la tendenza a diventare aspri, con controversie di pagamento dovute agli sponsor che si trovano in difficoltà finanziarie o accuse che i giocatori non abbiano adempiuto ai loro obblighi contrattuali.

A seguito di numerose controversie di alto profilo, molti agenti di giocatori ora rifiutano di occuparsi del tutto dei TPA. Dal momento che i team non hanno alcun obbligo di essere coinvolti, i giocatori sono spesso costretti a far rispettare i contratti da soli - sostenendo lotte di tempo e costi indesiderate.

Esempio di Byrne

Dopo aver passato molto tempo a studiare tecnologia blockchain e smart contract, Byrne ora crede di avere una soluzione a questo problema.

Prevede un contratto firmato da quattro parti: Giocatore A, Sponsor B, NRL Amministratore C e 'Blocco Oracle' D.

Nel mondo dei contratti intelligenti, un 'oracolo' è un software che raschia Internet per informazioni, o è gestito da un'autorità fidata, per determinare se i termini del contratto sono stati soddisfatti.

Byrne fornisce l'esempio del giocatore A che accetta un accordo di $ 50.000 all'anno con lo sponsor B, che a sua volta chiede una presenza in negozio al mese da dicembre a settembre.

Firmato da tutte e quattro le parti, il contratto viene quindi caricato nella blockchain bitcoin ed è quindi verificato e trasparente.

Le condizioni soddisfacenti create dalle due parti potrebbero essere una combinazione di: foto con marcatura temporale / GPS contrassegnate con hashtag e caricate su Twitter, sulla pagina Facebook dello sponsor e / o anche sulla blockchain stessa (come "prova del tempo trascorso") ').

The Block Oracle verifica quindi questi dati a un livello di certezza concordato, consentendo ai fondi di essere rilasciati al giocatore tramite le chiavi private di due dei tre partecipanti umani.

Il Block Oracle potrebbe essere automatizzato per rilasciare il pagamento stesso una volta determinato il rispetto delle condizioni, ha aggiunto Byrne.

& ldquo; Il contratto diventa set-and-forget & rdquo;

Ciò ovvia alla necessità che l'amministratore dell'NRL funga da mediatore di controversie, un ruolo che sono stati riluttanti a svolgere comunque. Non ci sarebbero stati scandali imbarazzanti nella visione pubblica e dei media e né il giocatore né lo sponsor avrebbero avuto la possibilità di contestare il risultato.

"Il contratto diventa set-and-forget", ha detto.

Il trasferimento automatico di fondi a un indirizzo bitcoin ridurrebbe anche i tempi di elaborazione dei pagamenti, le commissioni e i costi di manodopera.

Esiste anche un ulteriore potenziale per i contratti intelligenti basati sulla blockchain in altre aree dello sport, ha continuato Byrne. Un esempio potrebbe essere il pagamento di incentivi basati su incentivi, in cui un giocatore viene pagato in più per le prestazioni sul campo.

Gli oracoli automatici potrebbero raccogliere dati sulla partecipazione e sul punteggio da una serie di fonti, inclusi i servizi di notizie locali, la pagina delle notizie del campionato e i siti delle statistiche sportive.

Trovare il "punto dolente"

Stefan Thomas lavora su Codius, la piattaforma di smart contract in fase di sviluppo presso Ripple Labs.

Parlando con CoinDesk, ha detto che la prima cosa da considerare quando si chiede la potenziale applicazione della tecnologia è: "Qual è il problema con il modo in cui funziona ora, e c'è un punto dolente concreto?"

Le controversie tra sportivi professionisti e sponsor di terze parti sembrerebbero sicuramente qualcosa di utile per i contratti intelligenti.

L'obiettivo è quello di semplificare i casi di sinistri di modesta entità in cui i fatti sono piuttosto semplici, senza la necessità di coinvolgere i tribunali.

I contratti intelligenti non mirano a sostituire il sistema legale all'ingrosso, ha detto, dal momento che quel sistema è costruito per gestire una grande quantità di soggettività.

Thomas ha detto:

"Ma ci sono molti casi in cui adesso dovresti andare in tribunale, e ci sarebbe un sacco di controversie - mentre se avessi delle regole che le parti del contratto potrebbe applicare banalmente, quindi potrebbe portare via una percentuale di casi giudiziari. "

Gli accordi di auto-applicazione potrebbero persino esistere insieme ai tribunali determinando chi dovrebbe pagare le spese legali per l'azione, portando via almeno parte dello stress per le parti coinvolte .

Emergenza di un settore

Lo sviluppatore di Bitcoin Peter Todd ha twittato a dicembre che, una volta presa l'idea di contratti intelligenti, potrebbe emergere una nuova industria: gli oracoli.

Conclusione della discussione sui contratti intelligenti: nessuno ha la più pallida idea di cos'è un contratto intelligente e, se lo facessimo, avrebbe bisogno di oracoli.

- Peter Todd (@petertoddbtc) 5 dicembre 2014

L'opportunità di business qui, ha proseguito Thomas, è per gli esperti in un particolare campo per diventare una fonte di informazioni affidabile, trasformando l'intelligenza che raccolgono in dati leggibili dalla macchina pronti per le piattaforme di contratto intelligenti da utilizzare.

Gli esempi esistenti sono gli sport ticker, le aziende che monitorano le trasmissioni per l'apparizione di loghi aziendali, aziende come Bloomberg e Reuters che forniscono servizi di informazione finanziaria.

Thomas ha spiegato:

"Hai davvero bisogno di un addetto del settore per dargli il via. Molti progetti di contratti intelligenti stanno lottando con questo, perché siamo questi generalisti, cripto-geek che possono pensare a certi casi d'uso dalle nostre esperienze, ma ci sono molti campi di cui semplicemente non siamo a conoscenza. "

Nel caso degli sport, i contratti intelligenti potrebbero offrire non solo un ulteriore supporto a coloro che competono attivamente, ma ulteriori opportunità di business come oracoli per i partecipanti in pensione .

Tecnologia già esistente

Reality Keys, una startup basata a Tokyo che costruisce interfacce tra vari oracoli informativi e piattaforme contrattuali, ha detto che la tecnologia per eseguire funzioni come pagamenti condizionali in bitcoin esiste adesso ed è pronta per essere implementata.

Il fondatore Edmund Edgar ha dichiarato che tutto ciò che serve è un'API da cui il sistema può attingere. La sua compagnia, lanciata più di un anno fa, sta già accedendo ai punteggi di calcio tramite il football-api. com, ed è interessato ad aggiungere altro.

Le parti potrebbero persino pagare un'azienda come Reality Keys per arbitrare le decisioni in cui i dati non sono al 100% chiari.

Edgar ha detto:

"Il modo in cui il modello Reality Keys funziona, possiamo lavorare con dati abbastanza schematici - purché ci sia un modo per ottenere le informazioni. Quindi se qualcuno ci paga per l'arbitrato, non lo fa importa troppo se stiamo originariamente partendo da un'API preconcetta o imprecisa. "

Il software client potrebbe essere simile ai prodotti Reality Keys è già stato creato per tracciare gli obiettivi di esercizio personale con RunKeeper e applicazioni simili, ha affermato.

I vantaggi di molti

I contratti intelligenti hanno la capacità di offrire protezione alle persone che attualmente non hanno il tempo, le risorse finanziarie o le conoscenze per accedere al sistema legale tradizionale per problemi insignificanti.

Dato che questo gruppo può includere tutti, da un consumatore medio a sportivi professionisti e altre celebrità, il mondo potrebbe vedere una proliferazione di contratti basati su blockchain e attività oracle gestite da esperti nel prossimo futuro.

Immagine NRL tramite Shutterstock