Daniel Masters è l'ex responsabile del trading di energia presso JP Morgan e il direttore dell'hedge fund di Jersey, Global Advisors Bitcoin Investment Fund Plc.

In questo articolo di opinione, Masters discute dell'imminente dimezzamento dei premi sulla rete bitcoin, speculando su come questo possa influire sul prezzo della valuta digitale quest'anno.

Il 28 novembre 2012 è stata una giornata di notizie lente.

C'è stata un'eclissi lunare, la seconda quell'anno, ed è stato il primo giorno dal 1990 che il Dipartimento di polizia di New York ha riferito che nessuno è stato colpito, pugnalato o squarciato a New York. Non c'era molto da segnalare. E mentre i giornalisti di tutto il mondo cercavano uno scoop, una piccola storia è stata scoperta - la ricompensa per il mining di un blocco sul blockcoin bitcoin si era appena dimezzata.

A partire dal 9 gennaio 2009, quando è stata avviata la blockchain bitcoin, ognuno dei 209, 999 blocchi estratti, creato a una velocità di circa uno ogni 10 minuti, in un'operazione ininterrotta 24 ore su 24, aveva attirato un nuovo , creazione autonoma dalla rete stessa di 50 nuovi, mai visti prima, bitcoin.

Un sacco era cambiato dal 2009. Il primo blocco estratto aveva una transazione (la speciale transazione "coinbase" che cattura la ricompensa) e nessuna altra attività. Entro il 2012, le dimensioni e l'attività della rete erano cresciute in modo significativo e nel blocco "pre-dimezzamento" c'erano 543 transazioni.

Il prossimo blocco estratto, ad un'altezza di esattamente 210.000 blocchi, come codificato anni prima da Satoshi Nakamoto, aveva una ricompensa di 25 bitcoin.

E allora?

Non è successo molto. Tuttavia, pochi mesi dopo il valore di un bitcoin è aumentato drasticamente. I prezzi erano in costante aumento mentre il dimezzamento si avvicinava, chiudevano il 2011 a $ 7, e salivano a $ 11 entro settembre 2012.

Il gradino più alto di aprile 2013 era $ 259.

Dimezzamento atteso

Inutile dire che il bitcoin ha dimostrato una volatilità fastidiosa nello stomaco in passato e questa ascesa meteorica ha incontrato notevoli turbolenze. Nulla di ciò può in effetti aver avuto nulla a che fare con il dimezzamento. È impossibile determinarlo in un modo o nell'altro.

Ma anche così, c'era sicuramente una straordinaria opportunità di profitto.

Quindi, non vediamo l'ora che arrivi il prossimo dimezzamento pre-ordinato, a un'altezza di blocco di esattamente 420.000. Ci troviamo alle 408, 138 al momento della scrittura, con il dimezzamento successivo previsto intorno all'11 luglio, 2016. In quel momento la ricompensa di 25 BTC per blocco si dimezza nuovamente, a 12. 5 BTC.

È interessante pensare se vedremo un altro aumento di prezzo dopo questo prossimo evento. Sono fiducioso che non ci saranno fuochi d'artificio nel giorno stesso, e in effetti c'è qualche prospettiva che i prezzi saliranno in anticipo rispetto all'evento, in pieno sconto l'effetto in anticipo.Non vedo che ciò accada attualmente.

In questo momento, il valore di tutti i bitcoin in circolazione è $ 6. 7 miliardi. Al vecchio tasso di emissione, che mette in circolazione $ 575 milioni di nuove monete all'anno.

I prezzi fino ad ora nel 2016 sono stati relativamente stabili. Questo mi dice che ci sono abbastanza nuovi investimenti e richieste in tempo reale per abbinare la creazione di una nuova moneta da 575 milioni di dollari. Sembra ovvio che se quella domanda di dimensioni in dollari persiste, cosa che riterrà, il prezzo del bitcoin deve aumentare per soddisfarlo.

Tasso di inventario

Gli oppositori e gli odiatori - oltre alle normali critiche del bitcoin - affermano che un calo di $ 288 milioni l'anno in offerta non è significativo rispetto ai $ 6. 7 miliardi di inventario. Non è così che funzionano le materie prime.

Pensa solo a quello che è successo di recente nel mercato petrolifero.

Basta prendere gli Stati Uniti, ora abbiamo più petrolio e prodotti raffinati nell'inventario rispetto a quando sono iniziate le registrazioni, oltre 2 miliardi di barili. Eppure il prezzo del petrolio è aumentato del 60% dai $ 25 bassi all'inizio dell'anno.

L'OPEC ha lasciato intendere che la produzione di petrolio introdotta sul mercato non aumenterà più. Ciò farà davvero molto poco per cambiare l'immagine dell'inventario. Rimarrà gonfio.

Allora perché il massiccio rally? Perché il prezzo delle materie prime sul tasso di cambio di inventario, non sull'inventario.

Quando il bitcoin è sceso di prezzo a giugno 2015, ho affermato con passione che i prezzi non potevano rimanere negli anni '50.

Sono altrettanto convinto che oggi un prezzo di $ 440 sia, ancora una volta, troppo basso.

Questo articolo è originariamente apparso su LinkedIn ed è stato ripubblicato qui con il permesso dell'autore.

Immagine del toro giocattolo tramite Shutterstock