A Londra è stata lanciata una nuova piattaforma di trading di derivati ​​bitcoin denominata Crypto Facilities, supportata da una coppia di co-fondatori con una lunga esperienza nei tradizionali mercati finanziari della City.

Crypto Facilities attualmente consente ai clienti di scambiare un solo strumento, un contratto a termine sul prezzo del bitcoin. Attualmente offre il contratto con tre date di scadenza. Un trader può bloccare il prezzo di un bitcoin vendendo o cortocircuitando un forward.

I co-fondatori del pedigree della piattaforma sono Timo Schlaefer, ex direttore esecutivo di Goldman Sachs a Londra che ha lavorato alla modellazione quantitativa del credito, e Jean-Christophe Laruelle, che in precedenza ha costruito sistemi di piattaforma di trading per BNP Paribas e Société Générale.

Schlaefer è timido riguardo alla sua esperienza con Goldman, dicendo che non è a suo agio nel discutere la sua storia in azienda. Ha detto, tuttavia, che ha lasciato il suo ruolo lì per lavorare a tempo pieno a Crypto Facilities.

"Ho lasciato [Goldman] per fare questo, in sostanza", ha detto. "Non è qualcosa che puoi iniziare con due settimane di preparazione."

I contatti di Schlaefer in alta finanza sono tornati utili, corteggia i trader istituzionali che vogliono essere coinvolti con le criptovalute, anche se non vuole confermare se qualche investitore professionale stia commerciando sulla sua piattaforma, citando la riservatezza del cliente.

Spazio dei derivati ​​in crescita

Crypto Facilities sta avviando un mercato dei derivati ​​bitcoin ancora in via di sviluppo. Sono stati scambiati circa 806 contratti per il forward di marzo e circa 550 contratti scambiati per entrambi gli forward con scadenze successive, che Schlaefer ha dichiarato di considerare "piuttosto liquido".

Forse il più noto emittente di derivati ​​di criptovaluta è TeraExchange, che è registrato con il regolatore derivato statunitense. Ha fatto ondate lo scorso settembre con il proprio bitcoin forward, che ha propagandato come il primo strumento collegato a bitcoin per essere scambiato su una piattaforma regolamentata. TeraExchange non pubblica i suoi dati di volume in bitcoin forward.

BitMEX, con sede a Hong Kong, è un altro, gestito da ex professionisti della finanza, che ha lavorato per introdurre una serie di nuovi strumenti nello spazio della moneta digitale. Tra questi c'è un "indice di paura" per bitcoin, che tiene traccia della volatilità della valuta digitale e consente ai commercianti di fare scommesse sui suoi movimenti.

La crescita dei volumi di scambio sulle borse dei derivati ​​dovrebbe alla fine tradursi in prezzi spot bitcoin più stabili, afferma Colin Kwan, ex analista di business di futures e opzioni presso UBS che ora è chief operating officer presso il fornitore di trading leveraged BTC. sx.

"Proprio come i mercati tradizionali - tornando al grano e all'oro - a causa della volatilità del tempo e di cose del genere, ha reso il commercio molto poco strutturato.Si trattava di derivati ​​semplici come i forward che in realtà normalizzavano il mercato ", ha detto." Quando inizi a parlare di grandi somme di bitcoin, grandi movimenti, i derivati ​​ridurranno la volatilità e forniranno molta più efficienza. "

Rush to regulation

Crypto Facilities si unisce ad altre borse del Regno Unito di recente apertura nel tentativo di ottenere un ombrello normativo anche se il regime normativo nella giurisdizione rimane in flusso.

La strategia del nuovo scambio è di utilizzare i servizi di un "host normativo", un società che rispetta le regole della Financial Conduct Authority (FCA), l'autorità di regolamentazione finanziaria del Regno Unito.L'host, una società chiamata Met Facilities LLP, è registrato come società di servizi finanziari con la FCA.

A sua volta, ha fatto Crypto Facilities è un rappresentante designato, il che significa che deve garantire che lo scambio crittografico sia conforme alle regole della FCA. Se c'è una violazione nella condotta da parte dello scambio cripto, l'host ottiene il responso dal regolatore.

Ma l'accordo è , in una certa misura, il marketing da parte di Crypto Facilities, dal momento che il bitcoin non rientra nel campo di competenza di FCA, un fatto che Schlaefer riconosce prontamente.

"I bitcoin forward non fanno parte delle attività regolate di per sé ... Quello che facciamo è applicare lo stesso framework di gestione e conformità del rischio [al commercio di bitcoin forwards]", ha affermato.

Una borsa di Londra lanciata il mese scorso, DSX, usa un accordo simile, eccetto lo stesso team di gestione che gestisce sia l'entità regolamentata che lo scambio crittografico. Un altro scambio, LazyCoins, è stato registrato con successo presso l'autorità fiscale del Regno Unito come una società di servizi finanziari nel tentativo di sottoporsi all'esame ufficiale.

Bhavesh Kotecha, un socio amministratore di Met Facilities, ha detto che la sua azienda ha ricevuto richieste da circa 10 società di criptovalute che cercano servizi di "hosting normativo" nell'ultimo anno, suggerendo che questo potrebbe rivelarsi un percorso popolare per la regolamentazione per le imprese del Regno Unito .

Per Schlaefer, una piattaforma di derivati ​​bitcoin è solo la prima iterazione di quello che spera sarà un lungo coinvolgimento nelle valute digitali:

"Bitcoin è una realizzazione speciale della tecnologia blockchain ... Qualunque sia il nuovo uso della tecnologia blockchain Sarà, probabilmente sarà un asset crittografico, una sorta di risorsa virtuale.Se si dispone di un framework per come negoziare questo bene, come proteggere i rischi e così via, penso che sia abbastanza prezioso. "

Immagine in primo piano via Shutterstock