Bart Chilton, l'ex commissario della Commissione per il commercio di materie prime e futures negli Stati Uniti (CFTC), sta raddoppiando il suo dichiarato desiderio di un mercato regolamentato per favorire lo sviluppo del trading di criptovalute.

L'ex regolatore del governo degli Stati Uniti ha annunciato il 23 gennaio che si unirà allo scambio decentralizzato di criptovalute Omega One come consulente, concentrandosi sugli aspetti normativi negli Stati Uniti e all'estero come gli occhi di scambio che attraggono investitori retail e istituzionali.

In una risposta via email a CoinDesk, Chilton ha spiegato che una delle ragioni per cui ha firmato il nuovo ruolo è perché il team di Omega One condivide anche la convinzione che una regolamentazione appropriata dovrebbe essere in atto per facilitare la crescita del trading di criptovaluta.

"Noi [Alex Gordon-Brandor, CEO di Omega One e Chilton] abbiamo parlato per un po 'e [Gordon-Brandor] ha spiegato come Omega One voleva rompere gli schemi di più nel mondo digitale di stare lontano da tutte le cose Regolamentazione o governo come un forno caldo, ha detto che abbiamo bisogno di trasparenza e divulgazione e di rispettare le regole appropriate ", ha spiegato Chilton.

Oltre a fornire consulenza su questioni normative, Chilton ha dichiarato di essere interessato al potenziale coinvolgimento nel Brooklyn Project, uno sforzo regolativo cross-settoriale per lo spazio crittografico lanciato dalla ditta tech di blockchain ConsenSys, che è anche partner di Omega One .

La notizia segna una mossa notevole da parte di un ex regolatore governativo per prendere parte allo sviluppo dello sviluppo del trading di criptovalute prendendo la sua precedente esperienza nel promuovere regolamenti per l'industria emergente.

Al servizio della CFTC dal 2007 al 2014, Chilton ha ricoperto un ruolo importante nel far rispettare la regolamentazione del mercato e nell'attuare i limiti di posizione nel tentativo di proteggere i benefici degli investitori. Si è inoltre opposto apertamente al ritardo legislativo dell'atto Dodd-Frank, che è stato approvato per la protezione degli investitori in risposta alla crisi finanziaria del 2008.

Precedentemente, Chilton ha fatto commenti sostenendo che, mentre gli Stati Uniti dovrebbero abbracciare il potenziale della criptovaluta e della tecnologia blockchain, crede che siano necessarie normative adeguate per una crescita sostenibile del settore, specialmente quando si tratta di proteggere gli investitori. Un'altra questione che il regolamento può risolvere, come ha suggerito, è la famigerata volatilità del prezzo del bitcoin.

Immagine di Bart Chilton tramite gli archivi CoinDesk