Il Consiglio europeo, un organo dell'Unione europea composto da capi di stato e presidente del ramo esecutivo della Confederazione, proporrà regole per gli scambi di valute digitali e i fornitori di portafogli nella regione entro giugno , secondo le dichiarazioni di oggi a seguito di un incontro a Bruxelles.

La notizia giunge immediatamente dopo che la Commissione europea ha intrapreso una strada per istituire una sorveglianza più rigorosa degli scambi e dei fornitori di servizi di portafoglio. Il 2 febbraio, la Commissione ha dichiarato di cercare "di aiutare a identificare gli utenti che commerciano in valute virtuali", nonché di "porre fine all'anonimato associato a tali scambi".

Durante una conferenza stampa oggi, Valdis Dombrovskis, che funge da vice commissario per il gruppo, ha detto ai giornalisti:

"Entro il mese di giugno proporremo misure per ... avere un migliore controllo delle forme di pagamento come valute virtuali e carte prepagate anonime. "

Dombrovskis ha proseguito dicendo che la Commissione si sta preparando a monitorare e potenzialmente vietare transazioni da" paesi ad alto rischio "che entrano nell'UE.

"A giugno la Commissione presenterà una" lista nera UE "di tali paesi", ha affermato.

Secondo un comunicato stampa, pubblicato ieri, la Commissione sta cercando un'azione "rapida" sulla legislazione relativa al "campo delle valute virtuali". Questa azione arriva quando il Parlamento europeo, braccio legislativo dell'UE, considera anche la propria forma di regolamentazione della moneta digitale.

Credito immagine: skyfish / Shutterstock. com