Un nuovo progetto di relazione del Parlamento europeo sulle valute digitali richiede la creazione di una task force specificamente dedicata alla tecnologia.

Il rapporto, firmato dal membro del Parlamento europeo (deputato al Parlamento europeo) Jakob von Weizsäcker della commissione per gli affari economici e monetari, cerca l'istituzione di una task force, con un proprio bilancio e personale dedicato, che studi le valute digitali e fornisca una politica consulenza all'Unione europea e agli stati membri.

Inoltre, la relazione chiede un rafforzamento della regolamentazione sia delle borse che dei fornitori di servizi di portafogli - qualcosa che la Commissione europea, il braccio esecutivo del blocco, sta già prendendo in considerazione. Allo stesso tempo, il Consiglio europeo sta anche valutando la regolamentazione della valuta digitale.

La pubblicazione del rapporto segue un'audizione a fine gennaio durante la quale i deputati hanno discusso della tecnologia bitcoin e blockchain nel contesto del finanziamento del terrorismo e del riciclaggio di denaro.

Nonostante le richieste di regole più rigide in relazione all'attività valutaria digitale, la relazione rileva che la tecnologia ha "il potenziale per contribuire positivamente al benessere dei consumatori e allo sviluppo economico". Continua ad echeggiare i commenti fatti da von Weizsäcker durante l'udienza di gennaio sull'evitare una regolamentazione onerosa.

"[Il Parlamento europeo] chiede un approccio normativo proporzionato per non soffocare l'innovazione in una fase iniziale, tenendo seriamente conto delle sfide normative che potrebbero costituire l'uso diffuso di [valute virtuali] e [tecnologia di contabilità generalizzata], "afferma.

Allo stesso tempo, il rapporto cerca l'approvazione per quelle che definisce "misure regolatorie rapide e forzate", affermando:

"Ma un regime normativo così intelligente basato sull'eccellenza analitica e sulla proporzionalità non deve essere confuso con la regolazione del tocco leggero : misure rapide e rigorose devono essere parte del kit di strumenti per affrontare i rischi prima che diventino sistemici se e quando opportuno. "

La commissione per i problemi economici e monetari dovrebbe votare i contenuti della relazione in aprile, e se approvato, potrebbe passare al Parlamento per un voto già a maggio.

Il rapporto completo è disponibile di seguito:

Bozza di rapporto sulle valute virtuali