Il presidente e CEO di DTCC, Mike Bodson, ha dichiarato oggi che il gigante statunitense di compensazione e insediamento prevede di intraprendere ulteriori test sulla tecnologia di contabilità distribuita.

I commenti arrivano come parte delle osservazioni di apertura di Bodson al Blockchain Symposium del 2016, un evento di un giorno tenuto dal DTCC a New York oggi. L'evento include partecipanti di istituzioni finanziarie come Barclays, BlackRock, Goldman Sachs e l'Istituto SWIFT.

Word che DTCC sta pianificando un ulteriore lavoro con blockchain tech ha seguito l'annuncio della società di una partnership con l'industria startup Digital Asset Holdings su un test di contabilità distribuita focalizzato sulle applicazioni dei mercati dei pronti contro termine.

Quando si fa riferimento alla prova Digital Asset, Bodson ha suggerito che sono previsti ulteriori annunci, potenzialmente come risultato del lavoro con ulteriori partner del settore.

Bodson ha detto:

"Pubblicheremo ulteriori informazioni su questi sforzi nei prossimi due mesi."

Il keynote è stato preceduto da una presentazione video che documenta i leader del settore che discutono l'hype sulla tecnologia blockchain - ma Bodson non era sempre ottimista nelle sue osservazioni sul suo potenziale impatto.

Bodson ha cercato di sottolineare che, nonostante il fatto che alcune parti del sistema finanziario siano "inutilmente complesse", il processo post-negoziazione in atto oggi è "efficiente e relativamente a basso costo" pur fornendo "stabilità, affidabilità e certezza".

"Blockchain non è un martello e ogni problema non è un chiodo: ci saranno opportunità per migliorare il processo post-trade, ma potrebbe essere più efficiente espandere la tecnologia esistente come il cloud", ha affermato.

Bodson ha espresso la sua convinzione che qualsiasi innovazione apportata dalla tecnologia richiederà ulteriori "investimenti, tempo e denaro" per portare a buon fine i casi d'uso, ma è necessario un maggiore coordinamento tra i principali attori.

"Praticamente ogni azienda sta esplorando come utilizzare individualmente una tecnologia di consenso.Questo livello di attività può innescare l'innovazione ... ma non è privo di insidie. Così molte aziende stanno lavorando su questo, l'industria corre il rischio di creare un labirinto di silo di ledger distribuiti ", ha detto.

Necessità di coordinamento

Bodson ha continuato a suggerire la sua visione del DTCC e il suo ruolo in quello che ha descritto come un futuro in cui blockchain cambia business, posizionandolo come soluzione per un ambiente sovraffollato.

"Vorrei sottolineare la collaborazione", ha affermato. "Le autorità fidate tradizionali dovrebbero svolgere un ruolo di primo piano nel supportare le implementazioni dei registri distribuiti."

Bodson ha affermato che tale coinvolgimento aiuterebbe a migliorare l'efficienza e a ridurre i costi, aiutando nel contempo l'industria affrontare le sfide su scala e prestazioni - che ha sostenuto rimangono problemi con la nuova tecnologia.

A riprova delle continue domande relative alla scalabilità dei registri distribuiti, Bodson ha citato discussioni riguardanti il ​​bitcoin, che è stato bloccato in un dibattito sull'opportunità di modificare alcune caratteristiche della rete per consentire più transazioni alla volta.

Ha notato che un recente aumento delle transazioni sulla rete bitcoin ha aumentato i tempi di verifica fino a 43 minuti, il che suggeriva fosse un segnale che i blockchain in generale avrebbero forse faticato ad accogliere il volume di tecnologie esistenti utilizzate da aziende come DTCC .

"Crediamo che i registri distribuiti come blockchain possano essere rivoluzionati, ma che non sono una conclusione scontata", ha ammonito Bodson.

Immagine via Pete Rizzo per CoinDesk