Uno dei primi e più influenti avvocati a rappresentare le attività di blockchain e criptovaluta sta entrando a far parte di una delle startup più vecchie del settore in un ruolo esecutivo.

Annunciato oggi, Marco Santori lascia Cooley LLP, di cui è partner da novembre 2016, per diventare presidente e chief law officer di Blockchain, un cliente di lunga data e una delle più note startup wallet del settore.

La mossa è un ritorno alle origini per Santori, che iniziò a consigliare le prime startup bitcoin su questioni legali e politiche, ma nel corso degli anni passò a lavorare su blockchain aziendali e, più recentemente, sulle prime offerte di monete.

Ma ha detto che il suo cuore era sempre nel potenziale del bitcoin per potenziare le persone.

"Non sono entrato a far parte degli ICO", ha detto Santori a CoinDesk, "È un settore affascinante della legge, ma non è il treno su cui mi trovo."

Allo stesso modo, ha detto:

"Non sto cercando di ricostruire Wall Street sulla cima di una blockchain, sto cercando di offrire alle persone comuni un'opzione migliore per la finanza, un'opzione migliore per conservare i loro fondi e usare i loro fondi."

Blockchain è il posto migliore per lui per realizzare quella visione, ha detto Santori. La società, che ha uffici a New York e Londra, consente agli utenti di archiviare e inviare bitcoin attraverso i loro browser web senza scaricare alcun software.

Ha raccolto un totale di $ 70 milioni fino ad oggi. Secondo il co-fondatore e CEO Peter Smith, la società ha oltre 20 milioni di utenti.

Ruolo strategico

Smith ha affermato che Santori svolgerà un ruolo strategico, aiutando Blockchain a soddisfare la domanda esplosa lo scorso anno aumentando non solo le funzioni legali e normative, ma anche lo sviluppo aziendale, comprese le acquisizioni e le partnership.

"Nel nostro spazio, è così speciale: le strategie go-to-market e le strategie di acquisizione dipendono tutte dal lato normativo e legale", ha detto Smith a CoinDesk. "Avere qualcuno che esce da quel verticale che capisce come eseguire le offerte è molto importante. "

Santori è particolarmente adatto per questo ruolo, essendo stato" su almeno un lato di ogni importante transazione nello spazio della valuta digitale negli ultimi quattro anni ", ha detto Smith.

La posizione di Chief Legal Officer è stata appena creata. Il titolo del presidente apparteneva in precedenza al co-fondatore di Blockchain, Nic Cary, che manterrà un ruolo attivo come vice presidente, concentrandosi sugli affari pubblici e le relazioni esterne mentre Santori assume la politica e le funzioni di espansione, ha detto un portavoce della società.

Cary ha detto in un comunicato stampa che "dedicherà molto del mio tempo [alla] costruzione del nostro marchio in regioni chiave come l'India, assumendo i talenti più brillanti e istruendo più persone sui vantaggi delle risorse digitali."

Un lungo, strano viaggio

In molti modi, la carriera di Santori ha rispecchiato l'evoluzione del settore blockchain.

Ha iniziato a farsi un nome come un avvocato esperto di bitcoin mentre lavorava a Nesenoff & Miltenberg LLP. Nel 2013, divenne presidente del comitato per gli affari regolatori della Bitcoin Foundation e l'anno seguente rappresentò il gruppo commerciale durante le udienze BitLicense del Dipartimento di Stato di New York dello Stato, osservate in tutto il mondo.

Alla fine del 2014, si unì al due anni più tardi, Santori divenne socio di Pillsbury due anni dopo.

Questo periodo coincise con un mercato a lungo termine per il bitcoin. i modi in cui aziende e governi potevano sfruttare la tecnologia sottostante senza dover toccare la valuta.

Durante quell'epoca, Santori era una figura chiave nel plasmare lo stato del blocco del Delaware nella strategia. Contribuì a creare una legislazione che consentisse alle imprese incorporate nel Primo Stato di registrare le proprie azioni su un libro mastro distribuito.

A Cooley, dove Santori è partner dal novembre 2016, il suo lavoro è incentrato sugli ICO, che sono decollati come un razzo l'anno scorso, nonostante le incertezze legali che circondano queste vendite di token.

Controversie ICO

Santori ha provato a portare un po 'di chiarezza al mercato l'anno scorso con SAFT, o Simple Agreement for Future Tokens.

In questa struttura, un progetto blockchain raccoglie denaro esclusivamente da investitori accreditati, evitando così i requisiti di registrazione dei titoli; una volta creata una rete o un prodotto, i token necessari per l'utilizzo vengono distribuiti agli investitori, che possono rivenderli al pubblico.

L'idea di SAFT è stata controversa, con alcuni studiosi di giurati che temono che possa avere l'effetto opposto dal suo intento e aumentare il rischio legale per problemi di token.

Nel frattempo, la U. S. Securities and Exchange Commission e altri regolatori di tutto il mondo hanno iniziato a reprimere gli ICO. E il mese scorso, senza nominare alcun nome, il presidente della SEC Jay Clayton ha espresso disapprovazione per gli avvocati che hanno prestato consulenza agli ICO che assomigliano alle offerte di titoli ma non rispettano le leggi sui titoli.

Santori ha detto che la sua mossa su Blockchain era in lavorazione molto prima che Clayton facesse quelle osservazioni. Per quanto riguarda le osservazioni stesse, ha dato una risposta molto avvocato.

"La SEC e la barra sono in un processo di apprendimento su come queste cose dovrebbero essere trattate, su dove è il valore, dove è il rischio", ha detto Santori, aggiungendo:

"I regolatori di tutto il mondo sono Rispondono principalmente ai titoli: c'è stato un fallimento da parte dell'industria e del bar a spiegare il valore ai regolatori: abbiamo tutti molto lavoro da fare insieme. "

Santori ha detto che la sua partenza da Cooley è agrodolce, dal momento che non ha ancora finito di costruire la pratica della fintech, ma non ci sono abbastanza ore per farlo e svolgere i suoi nuovi compiti in Blockchain.

"Vorrei poter fare entrambe le cose", disse.

Immagine via Marco Santori