Gli ATM da 100 bitcoin stanno per colpire le strade dell'Australia, secondo un rapporto della radio locale.

Questo fine settimana, l'emittente di stati ABC ha pubblicato un breve report su bitcoin durante il suo programma di attualità The World Today . Comprendeva la notizia che una società chiamata ATM Bitcoin australiano distribuiva bancomat in tutto il paese.

Il rapporto non ha rivelato molte specifiche sul progetto o sulla società e il marchio degli sportelli automatici non è stato menzionato. L'amministratore delegato Chris Guzowski ha dichiarato:

"Puoi digitare quanti bitcoin vuoi vendere, quindi il nostro bancomat entra in una borsa bitcoin all'estero ed esegue la transazione per te e sputerà il denaro per il quale hai venduto il bitcoin. E vale anche il contrario, quindi puoi mettere denaro e acquistare bitcoin. "

Queste informazioni suggeriscono che gli sportelli automatici saranno bidirezionali, e l'immagine sul sito web della compagnia mostra che probabilmente saranno macchine Robocoin.

L'intervista ha anche citato David Glance del Centre for Software Practice della University of Western Australia, dicendo che prenderà più degli ATM per facilitare l'adozione in massa:

"Penso che finché non vedrete la National Australia Bank o il Commonwealth o una delle maggiori banche che si trova dietro la valuta, fornendo un accesso semplificato ad essa, penso che sarà sempre una nicchia ", ha detto.

Banche e regolatori

In effetti, National Australia Bank (NAB) ha già fatto questo. Dopo che la Commonwealth Bank ha chiuso conti aziendali e personali appartenenti al processore di pagamento CoinJar con sede a Melbourne e al suo fondatore, NAB ha contattato l'azienda con un'offerta per aiutarlo a gestire i suoi affari bitcoin.

NAB ha anche pubblicato un documento di ricerca interno prevalentemente positivo sui bitcoin per i trader di FX, dicendo che mentre il bitcoin non soddisfa la definizione legale di "valuta", è tutto ciò che una valuta dovrebbe essere: durevole, portatile, fungibile e divisibile.

I regolatori australiani non hanno ancora pubblicato alcuna linea guida formale sui bitcoin. Ma il governatore della sua banca centrale ha fatto un avvertimento casuale sugli "eccessi speculativi" in un'intervista rilasciata lo scorso dicembre.

CoinDesk ha contattato i bancomat australiano Bitcoin e l'associazione australiana Bitcoin per commentare questa storia e si aggiornerà.

Australia Image via Shutterstock