La criptovaluta nativa di Ripple, XRP, è in corsa.

Secondo i dati di CoinDesk, il prezzo dell'XRP è aumentato di oltre l'1/000 per cento solo nell'ultimo mese, eclissando $ 3. 50 per gettone giovedì dopo aver speso molto del 2017 sotto $ 0. 30. Con una capitalizzazione di mercato superiore a $ 120 miliardi, il token ha usurpato ethereum come criptovaluta n. 2 dopo bitcoin ei social media sono pieni di speculazioni su quando potrebbe prendere il primo posto.

Ma dove alcuni potrebbero vedere il tipo di crescita meteorica che è spesso associata a un prodotto breakout, gli esperti del settore sono stati pronti a sfruttare i freni.

Piuttosto che annunciare il successo come una storia di successo, alcuni stanno usando i riflettori per far rivivere polemiche di lunga data che hanno perseguitato la rete di blocchi di Ripple, la startup che l'ha creata e il suo approccio equo al marketing della criptovaluta.

Infatti, fondato con la missione di portare l'architettura decentralizzata e crittografica di bitcoin ai servizi finanziari, Ripple ha avuto una relazione complessa con XRP - a volte reclamandolo come un modo per le banche di transare senza problemi attraverso i confini, mentre in altri punti che lo descrivono come valore positivo, aggiungere alle versioni aziendali del software dell'azienda.

Tale riflessione fredda e calda è stata a lungo esposta nelle osservazioni pubbliche dell'azienda sull'argomento.

Già nel 2012, ad esempio, il fondatore ed ex CEO di Ripple, Chris Larsen, ha parlato del servizio come un sistema di pagamento simile al bitcoin. Solo un paio di anni più tardi, Larsen stava sottolineando il ruolo di XRP, dicendo al Financial Times: "Il mondo non adotterà una nuova valuta basata sulla matematica."

Allineamento apparentemente con un aumento delle preoccupazioni normative rispetto a bitcoin e altri criptovalute, i dirigenti di Ripple hanno anche spiegato a Fortune nel 2014 che la sua criptovaluta non è pensata per essere un deposito di valore o un mezzo di scambio.

E c'erano momenti in cui la leadership di Ripple esitava a chiamare la criptovaluta XRP.

Interrogato direttamente sul suo uso della terminologia nel 2016, Larsen ha ancorato la decisione al marketing, respingendo il termine a titolo definitivo. "Non è potente", ha detto poi. "Penso che a volte la parola" crittografia ", il branding-saggio, sia meno istituzionale del "patrimonio digitale".

Tuttavia, poiché il termine "criptovaluta" è tornato di moda nell'ultimo anno, quella narrativa è cambiata.

Contrariamente al suo predecessore, Brad Garlinghouse, che ha sostituito Larsen come amministratore delegato quando ha rinunciato all'inizio del 2017, ha proclamato il valore della criptovaluta, in particolare XRP.

Giovedì, in un'intervista a CoinDesk, Asheesh Birla, che è stato vicepresidente del prodotto di Ripple per cinque anni, ha dichiarato di non ricordare nessuno della società che abbia minimizzato la necessità delle risorse digitali.Piuttosto, ha detto:

"Ciò che abbiamo realizzato è che esiste un modo pragmatico di sviluppare casi d'uso che utilizzeranno risorse digitali, penso che sia un approccio molto pragmatico nella costruzione di una soluzione di pagamento. la natura pragmatica a cui stiamo lavorando sta dando i suoi frutti. "

E Birla ha ragione: tre anni fa le attività digitali erano scambiate in modo sottile rispetto ad oggi, quindi era difficile commercializzare XRP come gioco di liquidità.

Eppure lo slittamento della compagnia, unito al recente boom della criptovaluta XRP, ha fatto emergere un mare di critici che vogliono prendere Ripple per il suo atteggiamento apparentemente opportunistico.

Tuttavia, vengono raggiunti da una forza altrettanto forte: un nuovo gruppo di cripto-adottivi che, all'improvviso, vedono l'XRP come un modo economico per ottenere l'esposizione alla criptovaluta e alleviare la loro FOMO.

I fedeli dell'XRP

Dato il sostegno appassionato dei suoi fan online, non è forse una sorpresa che la criptovaluta XRP di Ripple abbia suscitato interesse, soprattutto perché i nuovi investitori cercano di diversificare il mercato delle criptovalute.

Ad esempio, l'evangelista di Ripple e il toro dell'XRP Tiffany Hayden si sono chiesti in un tweet se l'XRP potrebbe saltare il 740% per raggiungere $ 20 a moneta, e mentre potrebbe sembrare un allungamento, sembra più plausibile considerando che XRP ha guadagnato il 30.000 per cento oltre il 2017.

Inoltre, secondo un tweet di Chris Burniske, un partner di Placeholder VC, se il prezzo di XRP è rimasto intorno a dove è oggi e bitcoin è rimasto intorno a $ 15, 000 una moneta, nel momento in cui ciascuna delle unità di criptovaluta di quella rete (100 miliardi per XRP, 21 milioni per bitcoin) erano stati rilasciati, il registro XRP avrebbe avuto un valore di rete superiore a quello dei bitcoin.

Da quando Bitcoin ha colpito $ 20.000 lo scorso dicembre, una sfilza di criptovalute ha raggiunto nuovi massimi storici, alcuni addirittura superando il bitcoin a passi da gigante. Ma ciò che distingue l'attività di XRP potrebbe essere l'enorme quantità di entusiasti cripto che, a quanto pare, stanno lavorando sotto le torbide impressioni dell'industria.

Parlando con gli acquirenti al dettaglio, CoinDesk ha scoperto che, per alcuni, XRP è la loro prima incursione nella criptovaluta. In una conversazione, una fonte, che desiderava rimanere anonima, ha riferito che un amico lo aveva spinto a comprare XRP.

Questo investitore ha citato anche altri motivi per fare il grande passo:

"Sicuramente, a causa del vantaggio del trasferimento di fondi molto rapidamente ed efficientemente in qualsiasi parte del mondo, anche del supporto di [potenzialmente] Amazon e Amex. t male che è passato da 20 centesimi a $ 1 piuttosto rapidamente. "

È una risposta interessante che getta luce sullo stato dell'industria criptografica mentre si sposta verso il 2018.

Impantanarsi - almeno agli occhi di nuovi investitori - con un dibattito tecnico lungo anni, il bitcoin sembra aver perso la presa sul caso d'uso del metodo di pagamento più veloce ed efficiente. A loro volta, le criptovalute che sembrano più mainstream (come XRP nella sua vicinanza a Ripple) sembrano più interessanti per i principianti.

Tuttavia, le partnership che Ripple ha forgiato di recente nascondono una verità scomoda: le imprese che utilizzano i servizi di Ripple non utilizzano necessariamente XRP.

E come tale, gli investitori XRP potrebbero non capire che stanno acquistando una criptovaluta molto diversa dal bitcoin e gli altri che hanno acquisito grande attenzione nel corso degli anni.

Senza XRP

Caso in questione: mentre gli investitori XRP potrebbero essere affascinati dal pensiero di detenere una criptovaluta che un giorno potrebbe utilizzare una grande fetta del sistema bancario, la stragrande maggioranza dei clienti bancari di Ripple utilizza la società xCurrent prodotto: una piattaforma di messaggistica glorificata.

Questo prodotto fornisce alle banche una messaggistica bidirezionale in tempo reale con cui possono tracciare e gestire i pagamenti transfrontalieri ed è superiore, dicono i dirigenti di Ripple, alla piattaforma di messaggistica di SWIFT, che consente solo comunicazioni a senso unico.

Quindi, ad esempio, se un numero di conto, un nome o altri dati necessari per inviare un pagamento vengono digitati in modo errato durante l'invio di un messaggio SWIFT, tale messaggio deve passare attraverso il suo ciclo di vita prima che l'errore possa essere corretto, con la parte ricevente che invia indietro un messaggio di errore e cancellazione. La banca inviante deve quindi trovare il punto in cui è incasinata e, una volta corretti gli errori, deve essere avviata una nuova transazione. (Tuttavia, SWIFT ha recentemente rivelato una piattaforma di regolamento lordo in tempo reale e sta sperimentando la tecnologia blockchain per migliorare i suoi processi.)

La piattaforma di Ripple, d'altra parte, consente a mittenti e destinatari di comunicare in tempo reale, quindi errori semplici possono essere risolto rapidamente, e le transazioni non vengono annullate, ma invece si limitano a mettere una specie di attesa momentanea.

Presentato a CoinDesk durante la conferenza inaugurale Swell della società a Toronto in ottobre, il prodotto principale di Ripple non riguarda affatto il suo token XRP.

Sul palco durante l'evento, un certo numero di banche che usano xCurrent hanno affermato che non avrebbero usato XRP in qualsiasi momento, contrariamente a quanto gli investitori XRP potrebbero fare oggi.

E xCurrent è la piattaforma utilizzata da American Express. A metà novembre, Amex ha annunciato di aver stretto una partnership con Ripple per collegare i clienti Amex negli Stati Uniti utilizzando dollari statunitensi a conti bancari Santander nel Regno Unito utilizzando sterline inglesi.

Durante il lancio, il capo dei conti strategici globali di Ripple, Marcus Treacher, ha dichiarato a CoinDesk che Amex e Santander erano collegati direttamente senza necessità di una criptovaluta intermedia.

Tuttavia, il prezzo dell'XRP si è radunato su quella notizia, raggiungendo un massimo, per il momento, intorno a $ 0. 30 per moneta.

E ora, con il prezzo di XRP che continua il suo slancio verso l'alto, sembra esserci un'altra pompa basata su errate interpretazioni sulla relazione Amex e sulla speculazione che Amazon accetterà XRP qualche volta quest'anno - entrambi sono stati citati dall'anonimo neofita come ragioni investire in XRP.

In secondo luogo, molti investitori nuovi nello spazio criptovaluta potrebbero non essere a conoscenza di dove effettivamente tutto l'XRP esiste. A differenza del bitcoin e di molte altre criptovalute, XRP non viene creato su una data linea temporale specifica attraverso il mining, né l'atto di proteggere reti decentralizzate.

Invece, i 100 miliardi di XRP (il limite codificato della criptovaluta) sono già disponibili, con la maggior parte sotto il controllo di Ripple.Ripple attualmente controlla circa 61 miliardi di XRP, anche se a maggio (dove il prezzo variava da 5 centesimi a 41 centesimi) la società ha annunciato che si sarebbe mossa per bloccare 55 miliardi di XRP è escrow, da rilasciare a un tasso di 1 miliardo al mese per almeno quattro anni e mezzo.

Secondo Birla, quel lock-up è iniziato a dicembre, e qualsiasi XRP non utilizzato durante il mese viene reimpostato nei conti di deposito.

A maggio, Garlinghouse ha dichiarato a CoinDesk che i fondi venivano spesi a un tasso di 300 milioni al mese, ma Birla non ha voluto rivelare alcun aggiornamento a quel numero.

Eppure, Birla ha detto, con l'aumento dei prezzi, la società avrebbe rivalutato ciò di cui aveva bisogno.

Cosa c'è che non va?

Prima di tutto, l'ascesa di XRP su vecchie notizie e speculazioni non confermate mostra una delle sfide del mercato crittografico - che non esiste un modo infallibile per valutare le criptovalute.

E non solo, ma anche la definizione di criptovaluta è un po 'torbida. Poiché l'uso di XRP è fisso su Ripple Network, il suo protocollo non coinvolge alcun mining e Ripple controlla la maggior parte dei token, molti appassionati di criptaggio di lunga data metterebbero XRP in un secchio separato (anche se in qualche modo simile) da bitcoin e altri progetti di criptovaluta più decentralizzati.

"XRP andrà giù come Icaro della criptovaluta", ha twittato Preston Byrne, un encomiabile blockchain, riferendosi a un racconto mitologico greco sull'hubris.

In un'intervista, Byrne ha detto di trovare estremamente preoccupante la tendenza delle società private a emettere i propri fondi, trattenendone alcuni per il risarcimento dei dipendenti e il capitale circolante, elencandoli in borse di speculazione e poi vendendo i propri fondi in tali borse per finanziare le operazioni.

Byrne, fondatore di Tomram Consultancy e ex consigliere generale della startup blockchain Monax, ha dichiarato a CoinDesk:

"La portata di questa attività è diventata chiaramente distorsiva del mercato.Il mio più grande timore è che questi schemi potrebbero, se lasciati deselezionati , portare a una crisi sistemica. "

E tra le critiche rivolte a Ripple, il capo è che il progetto non è veramente decentralizzato, e quindi è poco più di un clamore blockchain su un sistema tradizionale.

Lo sviluppatore di bitcoin e scettico blockchain perenne Peter Todd ha recentemente preso a twittare alcune delle sue preoccupazioni, e mentre sono tutte incentrate sulla questione del decentramento, il suo vero disagio con Ripple ruota intorno all'opacità dell'azienda.

Ripple fa affidamento su un Unique Node List (UNL), che comprende attualmente cinque validatori principali gestiti da Ripple, quando è necessario determinare le questioni di consenso. Secondo Ripple, non può raccomandare nessun nuovo validatore a questa lista. Nell'interpretazione di Todd, Ripple è stato lento nell'aggiungere nuovi nodi all'UNL principalmente perché questi validatori devono essere entità fidate che rimangono in consenso con Ripple.

E mentre un certo numero di persone e organizzazioni gestiscono i nodi sulla rete di Ripple, secondo Todd, scegliere di instradare le transazioni attraverso un nodo che non fa parte dell'UNL significa che se il proprio nodo arriva a una diversa determinazione sullo stato di consenso rispetto a quei nodi gestiti da Ripple, potrebbe dividerti su una catena separata "Ripple".

Mentre Birla sembrava riconoscere il problema nella conversazione, ha anche detto che XRP Ledger (che è stato rinominato da Ripple Ledger l'anno scorso) era decentralizzato in quanto è aperto a chiunque lo usi o lo costruisca.

"Chiunque può scaricare il pacchetto Ledger XRP e diventare un validatore e iniziare immediatamente a trasmettere, ma far ascoltare a tutti gli altri è un secondo punto", ha detto Birla.

Per indirizzare il numero irrisorio di nodi affidabili sull'UNL (in confronto, bitcoin ha circa 10.000 nodi di convalida ed ethereum ha circa 30.000), Ripple ha rilasciato una tabella di marcia per il ridimensionamento che ha dichiarato che intende aumentare il numero di fiducia nodi su UNL a 16 nei prossimi 18 mesi.

Ma secondo Todd:

"La cosa veramente pericolosa qui è che la documentazione tecnica di Ripple non rende chiaro nessuno di questi rischi - da nessuna parte descrivono in dettaglio in che modo i nodi possono perdere il consenso reciproco se i loro UNL

Primo passo

Todd ha continuato dicendo che per i clienti bancari di Ripple essere trasparenti sul suo modello come un sistema centralizzato che gli utenti possono validare pienamente non dovrebbe essere un gran problema ...

"Per alcuni clienti che possono essere visti come un vantaggio", ha detto Todd a CoinDesk.

Tuttavia, sostiene che Ripple imbratta le acque perché "non vogliono che il mercato perda fiducia in XRP".

Questo è chiaro: in questo momento il mercato ha molta fiducia in esso.

Eppure, mentre sembra che la gente si stia precipitando verso XRP prima di un uso reale della criptovaluta, Birla ha detto che più aziende annunceranno il loro uso di XRP nel primo trimestre del 2018.

Birla ha detto che si aspetta un " lista completa "di utenti XRP quest'anno, dicendo a CoinDesk del prodotto xRapid, che è fondamentalmente xCurrent con XRP in cima:

" C'è un'intera pipeline di persone che ora si stanno integrando in quel prodotto. . "

Ha continuato, affermando che il successo ottenuto dalle banche per utilizzare i prodotti correlati a non criptovaluta di Ripple si posiziona come il primo passo di un piano più ampio per spostare le banche su XRP.

E Ripple ha avuto successo nell'ottenere istituzioni finanziarie per vedere il valore nel suo prodotto xCurrent. In totale, da quando ha iniziato la sua "guerra" su SWIFT e il sistema finanziario legacy, più di 100 aziende hanno aderito alla sua rete.

Per quanto riguarda XRP, tuttavia, solo una società ha rivelato pubblicamente il suo uso della criptovaluta. A ottobre, la società di servizi finanziari messicani Cuallix ha collaborato con Ripple per convertire i trasferimenti di fondi transfrontalieri in XRP per una facile consegna tra le valute.

Quando è stato chiesto ai nuovi investitori XRP di capire le relazioni tra Ripple, i suoi clienti e XRP, Birla ha dichiarato: "Grandi nomi come Amex e nomi più piccoli, come stavano firmando altre società, stanno aiutando a costruire la rete. sulla liquidità [parte] dopo che "- cioè, il prodotto xRapid che utilizza XRP.

Ha continuato, "Siamo stati molto chiari: il modo in cui abbiamo cercato di risolvere i problemi era un approccio molto metodico, un approccio pragmatico."

Secondo lui, il caso d'uso di XRP non poteva essere realizzato fino a quando Ripple non aveva costruito la rete.

" Abbiamo identificato un caso d'uso, abbiamo identificato un punto dolente, abbiamo clienti reali che usano il nostro prodotto ", ha detto Birla, concludendo:

" Abbiamo continuato a ottenere la trazione sul mercato. Ciò ha continuato a suscitare molto interesse in Ripple e XRP in generale. "

Disclosure: CoinDesk è una controllata di Digital Currency Group, che detiene una quota di proprietà in Ripple.

Immagine di mare in fase di accelerazione tramite Shutterstock .