A oltre 1 000 anni di età, The Royal Mint - l'unica istituzione autorizzata a fornire monete nel Regno Unito - non è il tipo di attività che potresti aspettarti di lanciare una blockchain.

Tuttavia, di fronte alle nuove sfide "tecnologiche e competitive", The Royal Mint sta facendo proprio questo, annunciando oggi i risultati di un'indagine su come potrebbe digitalizzare i suoi processi a beneficio di partner e clienti.

Come parte di questo disco più grande, The Royal Mint ha collaborato con il fornitore di servizi derivati ​​CME Group per costruire e lanciare un'offerta digitale d'oro, una che potrebbe trovare offrire ai suoi utenti la possibilità di eseguire, regolare e scambiare oro usando una blockchain sistema basato su

David Janczewski, direttore dei nuovi affari presso The Royal Mint, ha spiegato che il lancio del prodotto vedrà l'azienda classificare lingotti d'oro da 400 once, assegnando la proprietà di questi beni e consentendo agli utenti di scambiarli peer to peer su un blockchain gestito da CME Group come un modo per ridurre i costi.

Janczewski ha detto a All4bitcoin:

"Ci sono costi associati al volteggio e all'archiviazione di oro e beni fisici. Per questo motivo l'oro viene spesso definito un investimento a rendimento negativo. Intendiamo affrontare il problema e offrire un valore migliore modo di investire nell'oro fisico. "

La digitalizzazione dell'ECM ha portato Sandra Ro ad aggiungere che l'annuncio rappresenta la fruizione di una collaborazione tra le due aziende che è durata per la maggior parte dell'anno.

La Royal Mint ha indicato che potrebbe finire per emettere fino a $ 1 miliardo in ciò che chiama Royal Mint Gold (RMG) come parte dell'offerta, anche se per prima cosa cercherà il feedback del mercato nel valutare la domanda.

Per quanto riguarda il modo in cui verrà progettata la blockchain Royal Mint, CME Group è stato meno chiaro, affermando solo che i dettagli sulla piattaforma, così come i partner del settore che stanno sostenendo lo sforzo, saranno disponibili.

Tuttavia, Janczewski è stato irremovibile nel sottolineare che The Royal Mint ha "intenzioni serie" di portare la tecnologia sul mercato, aggiungendo che non è "una prova di concetto".

Il CME Group ha inoltre accennato al fatto che il progetto, come i suoi prodotti esistenti, sarà accessibile online 24 ore al giorno, 365 giorni all'anno, consentendo agli utenti di vedere anche la cronologia blockchain delle risorse digitali di RMG.

"Questo è un allontanamento dal tradizionale commercio di asset, ma ci sono molti cambiamenti che renderebbero questo interessante per gli investitori attuali e nuovi", ha detto a All4bitcoin.

Il prodotto andrebbe ad integrare le offerte esistenti, come le monete in lingotti d'oro "Sovereign" e "Britannia", così come le barre di raffineria di menta naturale, con un peso compreso tra 1 e 1, 000 grammi.

Riduzione dei costi

Per quanto riguarda il modo in cui il prodotto ridurrà le tariffe, Vin Wijeratne, CFO di The Royal Mint, ha dichiarato che il prodotto rimuoverà gli attriti tradizionali che si sono verificati ogni volta che lo scambio delle sue risorse d'oro fisiche è registrato in un registro tradizionale.

"Ora, la tecnologia blockchain fornisce un modo efficiente, non un'enorme differenza nel registrare la proprietà, ma nel mantenere un registro accurato di chi possiede quel pezzo d'oro, che è potenzialmente molto laborioso", ha detto Wijeratne.

Ro ha notato che crede che il progetto porterebbe più responsabilità e trasparenza alla negoziazione over-the-counter nel mercato dell'oro fisico, riducendo così i costi per gli investitori.

"C'è un elemento di scoperta dei prezzi che si verifica sulla piattaforma di trading e la trasparenza dei registri di proprietà", ha affermato.

Le efficienze, dette le persone coinvolte, permetteranno alla Royal Mint di offrire la proprietà dell'oro sottostante, "con l'opzione per la conversione in oro fisico" con zero costi di stoccaggio.

Per gli investitori

In un'intervista, coloro che sono coinvolti nel progetto hanno anche suggerito che fornirà una continuazione della storia per un'organizzazione che ha una storia così grande che ha il suo museo.

Wijeratne, ad esempio, ha notato che The Royal Mint ha "secoli" di esperienza nel commercio dell'oro e che il prodotto digitale dell'oro prevede come l'organizzazione intende garantire che i suoi servizi continuino fino all'età della blockchain.

La Royal Mint ha detto che intende ora impegnarsi con gruppi come la comunità di broker-dealer di vendita al dettaglio e consulenti per gli investimenti su come potrebbe garantire la qualità del servizio al momento del lancio.

Ro ha inoltre cercato di differenziare tra questo sforzo e quelli lanciati da altri operatori dell'industria aurea per sfruttare le efficienze blockchain nel post-trade, inquadrandolo come unico tra quelli finora provati dalle istituzioni finanziarie tradizionali.

"Questa è una risorsa digitale, un prodotto digitale digitalizzato, che viene messa sul mercato per i commercianti", ha sottolineato:

"Stiamo parlando di un prodotto di investimento."

Immagine monete in oro nel Regno Unito tramite Shutterstock