Guardando indietro a un altro anno affascinante per bitcoin, è naturale valutare le persone che hanno contribuito a influenzare il settore.

Quest'anno, naturalmente, non si tratta più solo di bitcoin: la tecnologia alla base del bitcoin, la blockchain, ha preso una vita propria, con l'interesse istituzionale nei blockchain quasi a raggiungere la frenesia. In uno sviluppo che sarebbe sembrato quasi impossibile un anno fa, le banche e le principali istituzioni finanziarie stanno avviando progetti blockchain per sondare le possibilità della tecnologia.

L'industria ha bisogno di influencer per indicare la strada su questioni tecniche o normative, per costruire consapevolezza, per inventare nuove soluzioni rivoluzionarie a gravi problemi globali e per costruire eleganti nuove imprese per portare questa eccitante tecnologia emergente alle masse.

Abbiamo avuto le nostre idee su chi erano quelle persone nel 2015 e abbiamo anche chiesto a te, pubblico, di darci le tue opinioni nel sondaggio dei nostri lettori.

Per la top 10 di quest'anno abbiamo preso in considerazione i maggiori eventi dell'anno, i contributi individuali dei candidati alla comunità e i risultati del nostro sondaggio.

Quindi, chi ha raggiunto i primi 10 quest'anno? Continua a leggere per scoprire ...

10. Bobby Lee

Il CEO di Shanghai bitcoin exchange BTCC (precedentemente BTC China), Lee è stato influente nell'aiutare il bridge est-ovest nella comunità bitcoin.

Lee appare spesso alle conferenze e recentemente ha svolto un ruolo significativo nel dibattito sulla scalabilità in corso, traducendo e moderando il Workshop Bitcoin Scaling per garantire che i minatori cinesi possano parlare con gli sviluppatori occidentali.

La sua importanza è tale da poter rendere i titoli facili come chiunque altro nello spazio bitcoin, e la sua popolarità con la comunità lo ha visto votato al Consiglio di amministrazione della Bitcoin Foundation.

9. Blythe Masters

Si è parlato molto della scarsità di donne nella tecnologia, e lo spazio bitcoin ha ancora del lavoro da fare. Blythe Masters, tuttavia, è un'eccezione degna di nota, essendo il dirigente finanziario di più alto profilo nello spazio blockchain e, discutibilmente, nel settore in generale.

Master era il capo delle materie prime globali presso JP Morgan Chase ed è ora CEO di Digital Asset Holdings (DA), una società che fornisce servizi di regolamento e contabilità per le risorse digitali.

La sua esperienza e la sua prominenza l'hanno vista diventare la cover di Bloomberg Businessweek, mentre la sua startup ha fatto il maggior numero di acquisizioni nello spazio e si dice che abbia ricevuto finanziamenti da JP Morgan e Santander.

Anche se Masters non è esattamente un fan del bitcoin (è stata pubblicamente di entrambe le menti a riguardo), ha fatto tutto il possibile per promuovere la tecnologia blockchain su Wall Street, anche rifiutando un lavoro con la banca di investimenti Barclays resta al DA.

8. Balaji Srinivasan

Srinivasan è il capo di 21 Inc, una startup un tempo segreta che ha accumulato ingenti somme di contanti VC anche mentre poche persone esterne all'azienda avevano un'idea del suo piano aziendale.

A marzo, tuttavia, 21 hanno finalmente fatto notizia a livello globale quando è stato rivelato che aveva raccolto un totale di $ 116 milioni , la maggior parte di qualsiasi azienda bitcoin - mai. Questo ha sollevato la domanda, quale sarebbe stato il suo straordinario prodotto o servizio?

Finalmente, a maggio, documenti trapelati rivelarono prove che mostravano che la tecnologia 21 poteva consentire transazioni bitcoin machine-to-machine che potevano essere usate, per esempio, per facilitare i marketplace in tempo reale per la larghezza di banda di Internet.

Tutto è stato tranquillo per un certo periodo, fino a quando non ha finalmente rilasciato un prodotto, un dispositivo minerario su scala ridotta chiamato Bitcoin Computer, che ha iniziato la spedizione su Amazon a novembre.

I brevetti depositati suggeriscono altro, ma molti credono che il 21 Bitcoin Computer sarà l'inizio di una nuova ondata di innovazione degli sviluppatori nel settore.

Per elevare il profilo del bitcoin in tutto il mondo e portare un dispositivo bitcoin di massa a uno sbocco importante, Srinivasan ha sicuramente avuto un'influenza nel 2015.

7. Theymos

Una figura che divide la comunità dei bitcoin, Theymos è lo pseudonimo di uno dei moderatori del forum bitcoin di Reddit, r / Bitcoin.

Il suo stile di moderazione ha suscitato polemiche a causa delle regole della politica rigorose e ponderate e della presunta censura, con un utente che suggerisce scherzosamente Theymos potrebbe bandire Satoshi Nakamoto, l'inventore di bitcoin.

Le cose sono andate così male che altri imprenditori hanno cercato di spostare r / Bitcoin come forum principale del forum di discussione del settore.

L'evangelista di Bitcoin Roger Ver, a volte chiamato "Bitcoin Jesus", ha iniziato Bitcoin. com forum in parte per fornire un sito alternativo per la discussione, e un altro reddit forum, r / btc, è stato lanciato. Poi c'è l'iniziativa DATT non ancora lanciata, che mira a decentralizzare del tutto Reddit.

Sia che tu sia d'accordo con lo stile di Theymos, ha indubbiamente avuto un'influenza sulla comunità e sulle sue discussioni, anche se questa influenza sarà probabilmente sfidata di nuovo l'anno prossimo.

6. Gavin Andresen

Con la comunità di bitcoin attualmente immersa in un serio dibattito tecnico su come alterare al meglio il codice per consentire un numero maggiore di transazioni, il manutentore di vecchia data della rete ha assunto, senza sorprese, un ruolo di primo piano nella conversazione.

Andresen era esplicito con la sua opinione che la capacità dovrebbe essere drasticamente ampliata - e rapidamente.

Il programmatore ha portato nei forum per spingere con entusiasmo il suo caso per Bitcoin XT, un nuovo client progettato come un modo per i minatori di votare via l'attuale limite di blocchi di 1 MB di bitcoin.

Mentre il piano continua a essere discusso, il modo in cui Andresen ha introdotto l'idea si è dimostrato divisivo, con l'improvvisa liberazione di Bitcoin XT che ha causato la sua giusta dose di titoli esagerati e negativi.

Per il suo costante coinvolgimento nella comunità dei bitcoin e per lavorare sul codice bitcoin, Andresen era presente anche nella lista dello scorso anno, dove si è classificato quinto.

5. Vitalik Buterin

Nonostante la sua giovinezza, Buterin ha già costruito un curriculum impressionante nel settore della moneta digitale, essendo stato coinvolto in diversi progetti importanti al di fuori del suo sforzo editoriale iniziale, Bitcoin Magazine .

Dopo aver partecipato alla creazione di Dark Wallet e KryptoKit, il nativo di Toronto ha fondato Ethereum, una rete specializzata di blockchain per applicazioni decentralizzate.

Dato il suo ruolo di prestanome del progetto, Buterin era anche un abituale nel circuito della conferenza ed è stato uno dei quattro individui a comparire nel sondaggio più influente dell'anno scorso, dove si è piazzato sesto.

Tuttavia, il 2015 è stato probabilmente più importante per il progetto finanziato dal crowdfunding, che dopo aspettative altissime è stato accolto con ritardi e voci consistenti di difficoltà dietro le quinte.

Eppure, Ethereum ha perseverato, con il progetto che ha lanciato un evento a Londra per mostrare l'interesse dell'impresa nella sua ora in diretta, sebbene sia ancora una tecnologia all'avanguardia, e diventi la sede di numerose nuove start-up.

In breve, il 2015 è stato un anno in cui Ethereum ha dovuto davvero mettersi alla prova e, anche se è ancora presto, è sicuro che è diventato parte integrante della conversazione di settore.

4. Brian Armstrong e Fred Ehrsam

I co-fondatori di Coinbase hanno fatto tutto il possibile per portare il bitcoin mainstream, con la loro piattaforma di scambio e wallet user-friendly internazionale che fornisce un modo semplice per non-techy le persone a comprare, tenere e usare bitcoin.

Ma man mano che la loro startup si sviluppa, Armstrong ed Ehrsam hanno mostrato una crescente volontà di esercitare la loro posizione di leader del settore.

Quest'anno Armstrong ed Ehrsam sono diventati più a loro agio usando il loro blog aziendale e la presenza sui social media per promuovere le loro idee su come credono che il bitcoin debba andare avanti.

Nel processo, non hanno avuto paura di segnalare ciò che ritenevano essere scarsa copertura mediatica della tecnologia o promuovere bitcoin su altcoins.

Mentre Coinbase riceve alcune critiche da parte della comunità sulle piattaforme social per la sua stretta aderenza alle normative globali, la coppia ha certamente fatto il proprio bit per bitcoin.

3. Wences Casares

Il CEO della startup di sicurezza bitcoin Xapo, Wences Casares continua a essere una delle celebrità più importanti nel settore dei bitcoin e blockchain.

Più notevole è che questa attenzione arriva nonostante Xapo sia rimasto relativamente tranquillo nel 2015. La startup ha rilasciato pochi nuovi prodotti e servizi quest'anno, ed è ora immersa in una causa con l'ex datore di lavoro di un certo numero di i suoi dirigenti chiave.

Ma mentre Casares è stato tranquillo sul fronte degli affari, i suoi discorsi evangelici ricevono una copertura estesa, anche per annunci non di notizie, e dirà a chiunque ascolterà su come bitcoin può cambiare il mondo.

L'imprenditore argentino è anche accreditato di spargere la voce sulla valuta digitale in tutta la Silicon Valley e reticenti finanzieri a Wall Street - una missione che, ha detto, ha suscitato risate da parte degli scettici.

2. Brian Forde

Da quando è entrato a far parte della Digital Currency Initiative (DCI) del MIT in aprile, l'ex consulente senior della Casa Bianca ha fatto grandi passi avanti nel mettere in luce i vantaggi del bitcoin e della blockchain per coloro che si trovano all'interno e all'esterno del prestigioso Università.

Come parte del MIT Media Lab, la DCI sta ora cercando di coinvolgere altri dipartimenti nel suo lavoro, sia con la sua School of Engineering o School of Broadcasting & Journalism, in modo che una nuova generazione di giovani menti sia esposta all'emergenza tecnologia.

Anche se la sua presenza pubblica è stata da allora più attenuata negli ultimi tempi, Forde ha funzionato alla perfezione, parlando ampiamente della necessità di promuovere la tecnologia in un modo che le persone possano comprendere nel definire gli obiettivi della DCI.

Quest'anno ha anche sfruttato la potenza del marchio MIT per portare la tecnologia a gruppi che sono stati storicamente sottorappresentati nelle conversazioni del settore e che sono stati espliciti su argomenti come i regolamenti BitLicense dello stato di New York.

1. Satoshi Nakamoto

Lo pseudonimo del genio (o dei geni) molto discusso che ha inventato il bitcoin ha dimostrato ancora una volta la sua vasta influenza sull'industria quest'anno.

Con Wired e Gizmodo's 'rivelazioni' che Craig Wright, un imprenditore australiano, era il tanto ricercato Nakamoto, l'inafferrabile creatore di bitcoin mostrava quanta attenzione potesse generare per la tecnologia.

Anche in una settimana in cui l'industria ha prodotto la sua proposta più acclamata per affrontare la scalabilità e la sua più antica organizzazione commerciale sembrava pronta al collasso, Nakamoto ha oscurato tutti gli altri sviluppi.

Ciò che seguì è diventato in qualche modo un copione prevedibile.

Gli esperti sostengono che la vera identità di Nakamoto non ha importanza, mentre altri media cercano di scoprire difetti nelle prove emergenti. Indipendentemente da ciò, la conversazione si è presto estesa oltre la comunità dei bitcoin alle pubblicazioni mainstream di tutto il mondo.

Ma anche se spesso etichettato come "creatore di bitcoin", Nakamoto è anche l'inventore del suo libro mastro decentralizzato, il blockchain. E anche se le grandi banche sembrano sempre più desiderose di sfruttare il potere della "tecnologia", Nakamoto e la sua invenzione rimangono al centro della conversazione, guadagnando il primo posto nel nostro sondaggio.

Menzioni d'onore

Ci sono stati molti altri personaggi importanti che hanno fatto la loro parte nel bitcoin e blockchain nell'ultimo anno.

Anche le seguenti 10 persone hanno ricevuto un numero impressionante di voti dalla nostra comunità: Andreas Antonopoulos (bitcoin advocate and author); Dan Morehead (Amministratore delegato di Pantera Capital); Mike Hearn (responsabile piattaforma principale R3CEV); Chris Larsen (CEO di Ripple Labs); Barry Silbert (CEO presso Digital Currency Group); Roger Ver (angelo investitore); Gli sviluppatori Blockstream ; Elizabeth Rossiello (CEO di BitPesa); Tim Swanson (direttore delle ricerche di mercato di R3CEV).

Vuoi condividere la tua opinione su bitcoin o blockchain nel 2015, o una previsione per l'anno prossimo? Invia idee alle notizie @ . com per sapere come puoi unirti alla conversazione.

Immagine trofeo tramite Shutterstock