Mr. Charles Dow e Edward Jones probabilmente si sono sentiti così al lancio della loro ormai famosa media. Un indice dei prezzi di riferimento stabilito da un editore rispettabile rappresenta una pietra miliare significativa per qualsiasi settore. La sua importanza viene amplificata con il senno di poi.

Questa settimana, CoinDesk lancia il suo Bitcoin Price Index (BPI) proprietario con l'obiettivo di stabilire il prezzo di riferimento standard per i partecipanti al settore e i professionisti della contabilità. Le borse all'ingrosso e le piscine oscure possono essere scambiate intorno ad altri punti di prezzo, ma si tratta in genere di scambi privati ​​e non sono disponibili per le attività commerciali e individuali.

Il nuovo indice CoinDesk rappresenta una media dei principali scambi globali di bitcoin, ma la formula è abbastanza flessibile da mantenere solo quei tassi di cambio conformi a determinati criteri minimi per l'individuazione e la validità dei prezzi. Inizialmente, quei criteri specifici sono definiti come:

(a) lo scambio deve servire una base di clienti internazionale;

(b) le dimensioni minime degli scambi devono essere inferiori a 1, 500 USD o equivalenti;

(c) i trasferimenti bancari dentro o fuori lo scambio devono essere completati entro sette giorni senza tasse speciali.

Si ritiene che ciò sia preferibile semplicemente scartando il prezzo outlier perché in alcuni casi il prezzo outlier potrebbe essere il più accurato.

Secondo gli sviluppatori di CoinDesk, i criteri sono soggetti a modifiche in base al cambiamento delle condizioni di mercato e normative e intendono mantenere eventuali revisioni della formula su un calendario mensile prevedibile. Ciò aumenterà la credibilità dell'indice perché gli utenti avranno un preavviso in merito agli aggiornamenti delle formule e alle motivazioni associate a tali aggiornamenti.

L'avvio di un nuovo indice può essere difficile perché deve fare appello al minimo comune denominatore per essere ampiamente applicabile, ma deve essere abbastanza selettivo per massimizzare l'individuazione dei prezzi basata sul mercato.

Prezzi di Bitcoin in tutte le borse. Fonte: Bitcoincharts

The Mt. Il prezzo di scambio Gox era stato il primo leader in termini di utilizzo adottato delle proprie API, ma ciò ha causato sempre più problemi alle aziende che tentavano di confrontare il prezzo medio senza avere un accesso adeguato alla piattaforma Gox. A causa del monte Ritardi bancari di Gox nel trasferimento di dollari USA, uno spread di circa il 10% è esistito tra il monte. Gox e altri scambi di bitcoin per diversi mesi causano ora distorsioni nelle conversioni in tempo reale che dipendevano dall'API. Questo spread è stato fino al 20%, a volte. Di conseguenza, aziende come BitPay e LocalBitcoins. com si è già allontanato dall'utilizzo dell'API dei prezzi Gox.

Inizialmente, l'indice dei prezzi Bitcoin di CoinDesk si baserà sui dati dei prezzi XBT / USD di Bitstamp, BTC-e e CampBX utilizzando il punto medio bid / ask di ogni scambio e senza ponderazione del volume.La decisione di non appesantire i prezzi di scambio dei componenti in base al volume degli scambi è stata presa perché il mercato dei bitcoin non è attualmente abbastanza profondo. Tende ad essere più disperso per regione e un indice ponderato in base al volume non agisce come un indicatore globale adeguato. Ci si aspetta che questo cambi nel corso del tempo in quanto più scambi di bitcoin guadagnano volume di scambi in diversi paesi indebolendo così l'impatto delle variazioni regionali. A quel punto, si prevede che il mercato dei bitcoin sarebbe maturo abbastanza da applicare un approccio ponderato per il volume.

Oltre ad un'API in tempo reale aggiornata ogni 60 secondi, CoinDesk fornirà un prezzo di chiusura di fine giornata GMT (Greenwich Mean Time) comprensivo di un prezzo elevato e un prezzo basso per il periodo di trading giornaliero. I dati dell'indice storico inizieranno il 1 ° luglio 2013 e tutti i dati precedenti a tale data saranno basati sul monte. Dati sui prezzi Gox precedentemente registrati da CoinDesk. Pertanto, gli utenti vedranno un calo dell'indice storico dal 30 giugno 2013 al 1 ° luglio 2013, ma i dettagli sulla transizione e sulla formula saranno citati nelle note esplicative.

La rappresentazione dell'Indice dei prezzi Bitcoin in altre unità monetarie nazionali sarà fornita applicando i tassi di cambio dei cambiavalori openex. org fino a quando le altre coppie di trading bitcoin raggiungono un volume di scambi sufficiente. Molto probabilmente questo livello verrà raggiunto dalla coppia di trading XBT / EUR.

La designazione XBT come codice valuta ISO 4217 di bitcoin è accettata da entrambi XE. com e OANDA per il loro attuale flusso di dati. Poiché il terminale Bloomberg e le altre piattaforme di trading adottano XBT, l'indice dei prezzi del bitcoin CoinDesk potrebbe diventare sempre più il di fatto della metrica per la registrazione dei tassi di cambio storici e correnti del bitcoin.

Controlla la pagina dell'indice dei prezzi Bitcoin per saperne di più.

Segui l'autore su Twitter.

Aggiornamento del redattore:

A partire dal 1 st Ottobre 2013, la Fondazione Bitcoin utilizza il BPI CoinDesk per determinare le quote di iscrizione.

Lindsay Holland Cromwell, assistente alla direzione della Bitcoin Foundation, ha spiegato: "C'è un importo fisso in dollari per ogni livello di iscrizione che viene ancorato al BPI. Abbiamo scelto di passare al BPI CoinDesk perché ritenevamo che rappresentasse più accuratamente il prezzo di mercato del bitcoin. "